Accedi a LexEureka
IL FOGLIO DI RICERCA-AMMINISTRATIVA.IT
Archivio
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
luglio 2011
giugno 2011
marzo 2011

Registrati ora per ricevere la newsletter de Il Foglio di Ricerca-Amministrativa.it

Materie

LEXEUREKA
Prova il motore di ricerca
di Ricerca-Amministrativa.it!
Lexeureka è il più completo e veloce motore di ricerca per la giustizia amministrativa oggi presente sul mercato.


PROVA LA RICERCA AVANZATA!
Fino al 1 Giugno 2013 la ricerca avanzata è disponibile anche per gli abbonamenti gratuiti. Registrati ora e prova tutta la potenza di LexEureka.
Scarica le app mobile
Presto disponibili, per tutti gli abbonati, anche le applicazioni per Android e iPhone/iPad.

Tutta la potenza di LexEureka in formato tascabile.

Il foglio di Ricerca-amministrativa.it

Mensile di aggiornamento di giurisprudenza amministrativa

gennaio 2014
1. Giustizia amministrativa. Ricorsi incrociati escludenti. Prevalenza dell'orientamento comunitario su quello espresso dall'Adunanza Plenaria n. 4/2011. 2. Demanio aeroportuale. Attività di gestione. Concessione traslativa. Poteri del concessionario. Natura pubblicistica. Sub-concessione. Scelta del concessionario. Evidenza pubblica. Necessità. 3. Servizi di assistenza a terra negli aeroporti. Liberalizzazione. Attività commerciale consistente nel posizionamento, all'interno di aeroporto di macchine avvolgi bagagli e vendita di prodotti ed accessori. Attività imprenditoriale e non esplicazione di un servizio pubblico. Affidamento in subconcessione di un bene demaniale. Giurisdizione del GA. Sussiste. 4. Beni pubblici. Demanio aeroportuale. Affidamento in concessione. Pubblico incanto. Necessità. Rinvio alla normativa in tema di appalti pubblici. Ammissibilità. 5. Avvalimento. Finalità dell'istituto. Certificazione di qualità. Ammissibilità. 6. Dichiarazioni sulla c.d. moralità professionale. A carattere omnicomprensivo. Insufficienza. Omissione. Soccorso istruttorio. Esclusione
T.A.R. Veneto, Sez. 1, Sentenza 30 gennaio 2014, n. 00128
1. Abusi edilizi. Provvedimenti repressivi ripristinatori. Motivazione. In re ipsa. Nel caso di rilevante intervallo di tempo tra epoca in cui l'abuso è stato commesso e il momento di adozione della sanzione. Motivazione rafforzata. Solo quando è ampio l'intervallo di tempo tra epoca dell'accertamento dell'abuso e momento di adozione della sanzione repressiva. 2. Comune di Venezia. Regolamento edilizio del 1929. Obbligo di preventiva autorizzazione podestarile per realizzazione di opere edilizie su tutto il territorio comunale. Legittimità. Compatibilità con ius superveniens (legge n. 1150/1942 e legge n. 765/1967). 3. Demanio marittimo. Opere realizzate da privati. Obbligo di preventivo atto di assenso anche per quelle realizzate ante 1967. Sussiste ex art. 55 cod. nav. del 1942. Concessioni lagunari rilasciate dal Magistrato delle Acque. Irrilevanza ai fini edilizi. 4. Potere repressivo di abusi edilizi. Natura ripristinatoria e non sanzionatoria. Tempus regit actum. Principio di irretroattività ex legge n. 689/1981. Inapplicabilità. 5. Demanio pubblico. Abusi edilizi. Ordine di demolizione. Legittimazione passiva. Soggetto nella disponibilità dei beni abusivi. Sussiste. 6. Piano delle risorse lagunari alieutiche della Provincia di Venezia
T.A.R. Veneto, Sez. 2, Sentenza 30 gennaio 2014, n. 00121
1. Giusto procedimento. Osservazioni dei privati. Onere di analitica confutazione da parte della PA. Non sussiste. 2. Demanio marittimo. Fascia di rispetto di 30 mt. Opere realizzabili.
T.A.R. Liguria, Sez. 1, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00166
Sulla giurisdizione del Giudice Amministrativo in tema di controversie relative a ingiunzione di pagamento dell'importo anticipato dall'Amministrazione per la c.d. esecuzione in danno, a seguito dell'inottemperanza di un ordine di demolizione di abuso edilizio
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sez. 1, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00206
1. Ordinanze contingibili e urgenti emanate dal Sindaco nelle vesti di ufficiale del Governo. Legittimazione passiva dello Stato. Soltanto se formulata anche domanda risarcitoria. 2. Giurisdizione del GA in tema di ordinanze contingibili e urgenti emanate dal Sindaco a tutela del regolare deflusso delle acque
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 4, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00306
1. Attività edilizia privata. Costruzioni realizzate fuori dai centri abitati ante 1967. Nel caso in cui venga contestata la sottoponibilità a atti di assenso. Onere della prova. Ricade sul privato. 2. Abusi edilizi. Soggetti responsabili: proprietario, responsabile dell'abuso, detentore sine titulo di area demaniale. 3. Repressione di abuso edilizio. Rilevanza del tempo trascorso dal momento di commissione dell'abuso. Onere di motivare sull'interesse pubblico. Non sussiste. Posizioni di affidamento del privato. Onere della prova del periodo di realizzazione del manufatto in modo ragionevolmente certo. Necessità. 4. Comunicazione di avvio del procedimento volto all'adozione di provvedimenti repressivi di abusi edilizi. Non occorre. Rilevanza di elementi fattuali non presi in considerazione dalla PA. Onere della prova. Ricade sul privato. 5. Attività edilizia libera. Recinzioni di terreno se in legno o rete metallica. Estrinsecazione lecita dello "ius excludendi alios" immanente al diritto di proprietà. 6. Container stabilmente connessi al suolo. Titolo edilizio. Necessità
T.A.R. Umbria, Sez. 1, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00066
1. Cittadinanza italiana. Concessione. Carattere ampiamente discrezionale delle determinazioni. 2. Rilevanza di precedenti penali in tema di concessione della cittadinanza penale. Obbligo di motivazione sulla rilevanza del precedente penale e del tempo trascorso. Sussiste. 3. Preavviso di rigetto della domanda di concessione di cittadinanza italiana. Osservazioni dell'interessato. Obbligo di motivazione. Sussiste
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 2Q, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 01154
1. Contributi e sovvenzioni pubblici. Concessione e revoca. Riparto. Giurisdizione. 2. Contributi pubblici. Attribuzione. Revoca, decadenza e risoluzione. Autotutela privatistica. Giurisdizione. Giudice ordinario. 3. Contributi pubblici. Attribuzione e revoca. Controversie. Giurisdizione esclusiva. Art. 133, lett. b) c.p.a.. Insussistente. Concessione di beni pubblici. Equiparabilità. Esclusa. 4. Esercizio del potere. Mediato o indiretto. Art. 7 c.p.a.. Criterio. Ambito. Giurisdizione esclusiva. Criterio generale di riparto. Escluso. 5. Concentrazione delle tutele. Criterio. Interesse legittimo. Tutela. Omnicomprensiva. 6. Connessione. Domande. Giurisdizione. Inderogabile. Giurisdizione esclusiva. Prevalenza. Limiti.
Cons. St., Sez. P, Decisione Plenaria/Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00006
Se, in base alla normativa regionale pugliese, possa ritenersi che, all’indomani della definitiva approvazione del piano regionale delle coste, ma nelle more dell’adozione dei singoli piani comunali, agli enti locali sia comunque consentito o resti precluso l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo, tramite il rilascio di nuove concessioni ovvero attraverso l’ampliamento di concessioni già in precedenza assentite
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 28 gennaio 2014, n. 00432
1. Giustizia amministrativa. Ricorsi incrociati escludenti. Necessità di anteporre lo scrutinio del ricorso principale, quando dal suo esito dipenda la perduranza dell’interesse all'esame del ricorso incidentale. 2. Partenariato pubblico-privato. Società mista. Gare “a doppio oggetto”, tese all’individuazione del socio e in via contemporanea all’affidamento del servizio. Individuazione del socio privato. Gara pubblica. Individuazione base d'asta. Valore corrispondente all'aumento di capitale. Sufficienza. Ulteriori prestazioni originate dal rapporto di partenariato. Indicazione nel disciplinare di gara e non nel bando. Sufficienza. 3. Società mista. Affidamento diretto di servizi. Condizioni legittimanti. 4. Servizi pubblici locali di rilevanza economica. Forme di gestione. Discrezionalità degli Enti Locali nella scelta. 5. Gare pubbliche. Divieto di commistione tra requisiti soggettivi di ammissione e criteri di oggettivo di valutazione dell'offerta. 6. Verifica di anomalia delle offerte. Motivazione circa sostenibilità e economicità dell'offerta. Ricorso a formula sintetica. Sufficienza
T.A.R. Lombardia Brescia, Sez. 2, Sentenza 28 gennaio 2014, n. 00105
Avvalimento. Natura di procedimento negoziale complesso. Puntuale individuazione dell'oggetto. Necessità. Ratio. Riproduzione della formula legislativa. Insufficienza
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 27 gennaio 2014, n. 00412
1. Sindacabilità in sede giurisdizionale della scelta della stazione appaltante del criterio più idoneo per l’aggiudicazione di un appalto tra quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa e quello del prezzo più basso. 2. Aggiudicazione con procedura negoziata senza pubblicazione di bando di gara per nuovi servizi, analoghi a quelli già affidati all’operatore economico aggiudicatario del contratto iniziale dalla medesima stazione appaltante
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 27 gennaio 2014, n. 00355
1. Rilevanza delle condanne penali. Valutazione riservata alla Stazione appaltante. 2. Riabilitazione del condannato e estinzione del reato. Pronuncia espressa del giudice dell'esecuzione. Necessità. 3. Dichiarazioni richieste dalla lex specialis a pena di esclusione. Omissione. Soccorso istruttorio. Insussistenza dei presupposti
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 27 gennaio 2014, n. 00400
1. Criterio di riparto di giurisdizione fondato sul c.d. petitum sostanziale. 2. Natura innovativa e non meramente ricognitiva dell'art. 133 cod. proc. amministrativo. 3. Servizi al pubblico di autotrasporto mediante autobus. Revisione dei prezzi ex art. 115 D.Lgs. n. 163/2006. Inapplicabilità. Giurisdizione dell'A.G.O. Inammissibilità della questione di costituzionalità. 4. Manifesta infondatezza della questione di costituzionalità dell'art. 133 c.p.a. in relazione agli artt. 76 e 77 Cost. 5. Manifesta infondatezza della questione di costituzionalità dell'art. 133 c.p.a. in relazione agli artt. 3 e 103 Cost. 6. Servizi al pubblico di autotrasporto mediante autobus. Esclusione dalla nozione di reti
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 27 gennaio 2014, n. 00396
1. Dimostrazione della capacità economico-finanziaria. Allegazione di una sola referenza bancaria. Sufficienza. 2. Soccorso istruttorio nelle gare pubbliche
T.A.R. Basilicata, Sez. 1, Sentenza Breve 25 gennaio 2014, n. 00103
Sull'istituto del c.d. “soccorso istruttorio” ex art. 6, lett. b), legge n. 241/1990
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza 24 gennaio 2014, n. 00233
1. Distanza delle nuove costruzioni dai confini stabilita da strumenti urbanistici. Principio di prevenzione. Preclusione. 2. Distanza tra edifici. Balconi. Rilevanza. 3. Legge Tognoli. Applicabilità alle autorimesse poste al pianterreno di fabbricati
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 2, Sentenza 24 gennaio 2014, n. 00506
1. Gare pubbliche. Valutazione delle offerte. Criteri tecnico-scientifici. Sindacabilità in sede giurisdizionale. Limiti. 2. Consulenze Tecniche d'ufficio. Percipienti e deducenti. Nel processo amministrativo sono ammissibili soltanto quelle c.d. deducenti
T.A.R. Liguria, Sez. 2, Sentenza 24 gennaio 2014, n. 00137
1. Concessioni demaniali marittime. Proroga ex lege sino al 2020. Applicabilità nella Regione Sicilia. 2. Regione Sicilia. Destagionalizzazione di stabilimenti balneari. Spiagge attrezzate. Interpretazione estensiva. Necessità
T.A.R. Sicilia Palermo, Sez. 1, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00209
Controversie relative a alienazione di aree appartenenti al demanio o al patrimonio dello Stato che risultino interessate da sconfinamento di opere eseguite entro il 31 dicembre 2002 su fondi attigui di proprietà altrui. Attribuzione all'Autorità Giudiziaria Ordinaria
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 4, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00222
1. Giustizia amministrativa. Intervento in causa. Differenze tra intervento ad adiuvandum e intervento ad opponendum. Limiti all'intervento ad adiuvandum. 2. Vigilanza edilizia. Interventi abusivi realizzati su suoli di proprietà dello Stato o di altri enti
T.A.R. Molise, Sez. 1, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00049
1. Sportello Unico Attività Produttive (SUAP). Principio di unicità del procedimento. Ambito di applicazione. Distributori di carburanti. Regione Campania. 2. Giustizia amministrativa. Vizio di incompetenza. Sussistenza. Assorbimento degli ulteriori motivi di ricorso. Necessità. Applicabilità dell'art. 21-octies legge n. 241/1990. Limiti
T.A.R. Campania Salerno, Sez. 2, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00225
Sul divieto di rilascio di nuove concessione demaniali marittime nelle more dell'approvazione nella Regione Puglia del Piano regionale delle coste
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00210
Beni pubblici. Differenze tra patrimonio disponibile e indisponibile. Criteri di attribuzione delle controversie concernenti i beni pubblici tra il Giudice Ordinario e il Giudice Amministrativo
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 4, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00239
Atto amministrativo. Autorizzazione. Revoca. Partecipazione al procedimento. Necessità
T.A.R. Abruzzo L'Aquila, Sez. 1, Sentenza 23 gennaio 2014, n. 00020
1. Giurisdizione del Giudice Amministrativo in tema di controversie in cui venga in considerazione la decadenza da concessione amministrativa. 2. Eccezione di difetto di giurisdizione in sede di appello. Applicabilità del divieto di jus novorum in appello. 3. Ripartizione delle competenze nella Regione Campania tra Giunta e dirigenti in materia di gestione del demanio. 4. Concessioni di servizi pubblici. Decadenza per inadempimento. Canone del contrarius actus. Inapplicabilità
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 22 gennaio 2014, n. 00337
1. Abbandono o deposito incontrollati di rifiuti. Divieto. Controlli. Contraddittorio con i soggetti interessati. Necessità. 2. Ordinanze extra ordinem. Partecipazione al procedimento. Omissione. Legittimità. Presupposti. Onere motivazionale. 3. Responsabilità del proprietario di area in cui sono depositati o abbandonati rifiuti. Elemento soggettivo. Necessità. Culpa in vigilando. Insufficienza
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 5, Sentenza 22 gennaio 2014, n. 00393
1. Dichiarazioni sulla c.d. moralità professionale. Falsità. Esclusione dalla gara. Necessità. 2. Falso innocuo. Inapplicabilità alle procedure ad evidenza pubblica
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sez. 2, Sentenza 20 gennaio 2014, n. 00124
1. Giurisdizione in tema di canoni. Contestazioni concernenti la qualificazione giuridica o la natura intrinseca dell'atto concessorio. Giurisdizione Amministrativa. Sussiste. 2. Rivalutazione dei canoni ex legge finanziaria per il 2007 (legge n. 296/2006). Applicabilità alle concessioni rilasciate già in essere al momento dell'entrata in vigore. 3. Concessione demaniale marittima finalizzata alla gestione di approdo per nautica da diporto. Diversità dalla concessione demaniale rilasciata per finalità turistico-ricreative. 4. Criteri di adeguamento dei canoni demaniali marittimi ex comma 251 dell'art. 1 legge n. 296/2006. Applicazione alle sole opere statali, con esclusione di quelle realizzate dai privati. Interpretazione necessitata. Applicazione alle tipologie di concessioni demaniali in cui sono previste opere di difficoltosa e onerosa realizzazione a carico del privato. Esclusione. Necessità. Interpretazione costituzionalmente orientata. 5. Aumento dei canoni ex art. 1, commi 251 e 252, legge n. 296/2006. Alterazione del sinallagma convenzionale. Necessità di riequilibrare le prestazioni poste a carico del concessionario. Sussiste. Applicabilità in via analogica dell'art. 1623 c.c. in tema modificazioni sopravvenute del rapporto di affitto. 6. Aggiornamento del canone demaniale ex comma 251 dell'art. 1 legge n. 296/2006. Comunicazione di avvio del procedimento. Necessità per consentire la rinegoziazione del rapporto concessorio
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sez. 1, Sentenza 21 gennaio 2014, n. 00018
1. Concessioni demaniali marittime. Omesso pagamento del canone e dell'imposta regionale. Ripetuti solleciti da parte da parte della Autorità concedente. Decadenza. Legittimità. 2. Avviso di avvio del procedimento di decadenza. Luogo di notifica. Trasferimento del concessionario. Obbligo di darne notizia all'Amministrazione concedente in osservanza degli obblighi di correttezza e di leale collaborazione. Inosservanza. Legittimità delle notifiche indirizzate presso il domicilio eletto dal concessionario nell'atto di concessione
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 21 gennaio 2014, parere n. 00174
Disciplina del commercio. Scelte di pianificazione e programmazione della pubblica amministrazione. Esercizio del commercio su aree pubbliche. Regime concessorio. Necessità. Individuazione delle zone idonee da parte dell'Amministrazione Comunale. Necessità. Diritto dell'ambulante a esercitare l'attività in un determinato luogo. Non sussiste
T.A.R. Toscana, Sez. 2, Sentenza 20 gennaio 2014, n. 00094
Concessioni demaniali marittime. Inadempienza degli obblighi derivanti dalla concessione. Decadenza. Presupposti. Gravità. Sindacabilità in sede giurisdizionale. Provvedimento lato sensu sanzionatorio. Principio di gradualità e proporzionalità nell'applicazione. Necessità. Obbligo dell'Amministrazione concedente di diffidare il concessionario a adempiere gli obblighi derivanti dalla concessione. Sussiste
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 17 gennaio 2014, n. 00232
Sulla regola dell’anonimato nelle prove scritte per i pubblici concorsi. Elementi che debbono essere riscontrati: idoneità del segno a identificare l'autore e utilizzo intenzionale
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 17 gennaio 2014, n. 00202
1. Risarcimento del danno per lesione del legittimo affidamento ex art. 1338 c.c. Giurisdizione dell'A.G.O. 2. Danno da provvedimento illegittimo favorevole. Insussistenza di una lesione di un interesse giuridico protetto cagionata dal cattivo esercizio del potere amministrativo. 3. Insussistenza di un danno non jure. Inutilità dell'accertamento sulla valenza causale del comportamento del creditore-danneggiante ex art. 1227 cod. civile
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 17 gennaio 2014, n. 00183
1. Giurisdizione dell'AGO nelle ipotesi in cui si lamenti la violazione della disciplina in tema di pubblicità dell’avviso di mobilità. 2. Sulla legittimazione a ricorrere di Organizzazioni Sindacali. Ipotesi di conflitto di interessi interno. 3. Sulla necessità per le Regioni di ricorrere alla mobilità volontaria prima di bandire un concorso a copertura dei posti vacanti in pianta organica. Limiti a tale obbligo
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 17 gennaio 2014, n. 00178
1. Gare pubbliche. Verifica di anomalia delle offerte. Discrezionalità tecnica. Sindacato giurisdizionale. Limiti. 2. Finalità della verifica di anomalia delle offerte
Cons. St., Sez. 5, Sentenza Breve 17 gennaio 2014, n. 00210
1. Sulla ratio della proceduta dell’appalto-concorso. 2. Risarcimento dei danni per responsabilità precontrattuale della PA.
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 16 gennaio 2014, n. 00142
1. Giustizia amministrativa. Eccezione di tardività del ricorso. Onere della prova. 2. Diritto di accesso. Attività di polizia giudiziaria. Esclusione. Limiti. Notizia di reato presentata dalla PA nell'esercizio delle funzioni istituzionali. Accessibilità alla documentazione
T.A.R. Lazio Latina, Sez. 1, Sentenza 16 gennaio 2014, n. 00017
1. Limiti del sindacato della Soprintendenza sulla legittimità del nulla-osta paesaggistico rilasciato da Regione o enti delegati. 2. Competenza della Soprintendenza in tema di valutazione di compatibilità paesaggistica in relazione a vincoli introdotti da fonti regionali. 3. Sul vizio di disparità di trattamento nel caso di abusi in aree sottoposte a vincolo paesaggistico. Onere della prova
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 3, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00108
1. Giustizia amministrativa. Motivi di ricorso. Ordine di trattazione. Motivi astrattamente suscettibili di meglio soddisfare l'interesse del ricorrente. Priorità. 2. Demanio marittimo. Occupazione abusiva. Obiettiva incertezza del confine demaniale. Ordine di sgombero. Illegittimità. Preventiva delimitazione dei confini demaniali ex art. 32 cod. nav. Necessità
T.A.R. Sicilia Catania, Sez. 3, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00042
1. Piani di lottizzazione. Termine massimo di validità. 10 anni. Scadenza. Successiva riconferma. Necessità di un nuovo convenzionamento. Non sussiste. Realizzazione delle volumetrie previste dal piano. Ammissibilità purché siano state tempestivamente realizzate le opere di urbanizzazione da esso programmate. 2. Fascia di rispetto (pari a 150 metri) dal mare di cui all’art. 10 bis della L.R. Sardegna n. 45/1989. Inedificabilità assoluta. Piani di lottizzazione anteriori al 1989. Derogabilità del divieto. Perdita di efficacia del piano di lottizzazione. Applicabilità del divieto. 3. Piani attuativi in aree sottoposte a vincolo paesaggistico. Valutazione favorevole. Singoli interventi. Valutazione di compatibilità paesaggistica. Limiti. 4. Procedimenti per il rilascio di titoli edilizi. Regione Sardegna. Competenze statutarie
T.A.R. Sardegna, Sez. 2, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00038
Sulla facoltà dell'Autorità demaniale di domandare un indennizzo nel caso in cui l'occupazione di area demaniale si protragga oltre i termini indicati nell'atto di assenso ex art. 38 cod. nav. Giurisdizione dell'Autorità giudiziaria ordinaria
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00129
Conferenza di servizi ex art. 14-quater legge n. 241/1990. Pareri postumi. Nullità
T.A.R. Sicilia Catania, Sez. 3, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00036
1. Annullamento in via di autotutela l'aggiudicazione definitiva per omissione di dichiarazione ex art. 38 cod. appalti. Dimostrata sussistenza dei requisiti di moralità professionale. Necessità di ponderazione comparativa. Sussiste. Omissione. Illegittimità. Soccorso istruttorio. Omissione. Illegittimità. 2. Proroga dei contratti ex art. 57, comma 7, D.Lgs. n. 163/2006. Presupposti. Divieto di elusione dell'obbligo di confronto concorrenziale. 3. Risarcimento del danno. Onere della prova
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00128
1. Sulla necessità che le imprese concorrenti alla gare pubbliche indichino tutti i soggetti muniti di poteri di rappresentanza. 2. Impossibilità di ricorrere all'istituto del soccorso istruttorio quando una impresa concorrente abbia omesso di dimostrare il possesso dei requisiti di onorabilità professionale in capo a uno dei suoi amministratori muniti di potere di rappresentanza. 3. Inapplicabilità nelle gare pubbliche dell'istituto del c.d. falso innocuo
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 15 gennaio 2014, n. 00123
1. Gare per l'affidamento di servizi di ingegneria. Servizi svolti per committenti privati. Certificati di buona e regolare esecuzione. Necessità. Provenienza. Identità soggettiva tra committenza e progettista. Autocertificazione. Insufficienza. Richiesta di documentazione aggiuntiva da parte della Stazione Appaltante. Legittimità. 2. Gare pubbliche per l'affidamento di servizi di progettazione. Dimostrazione dei requisiti. Omissione. Dimostrazione mediante esperimento di CTU dinanzi al GA. Inammissibilità. 3. Giustizia amministrativa. Assorbimento dei motivi. Esclusione in presenza di orientamenti giurisprudenziali divergenti a garanzia del principio del doppio grado di giurisdizione. 4. Gare pubbliche. Omessa dichiarazione prescritta dall'art. 38 cod. appalti. Lacune del modello di dichiarazione predisposto dalla Stazione appaltante e allegato al disciplinare di gara. Automatismo espulsivo. Esclusione. Soccorso istruttorio. Necessità. 5. Costi di sicurezza aziendale. Omessa indicazione. Indicazione non richiesta da lex specialis di gara. Lacuna del modello di dichiarazione allegato al disciplinare. Automatismo espulsivo. Esclusione. 6. Gare pubbliche. Imprese concorrenti aventi veste societaria. Pluralità di amministratori. Sottoscrizione dell'offerta. Necessità di sottoscrizione congiunta. Esclusione. Attività di ordinaria amministrazione. 7. Cauzione provvisoria. Autentica notarile. Completezza. 8. Gare pubbliche per l'affidamento di servizi di progettazione. Cauzione dimidiata. Difetto dei presupposti. Soccorso istruttorio. Ammissibilità. 9. Gare pubbliche per l'affidamento di servizi di progettazione. Impresa concorrente che affidi la progettazione esecutiva a soggetti esterni senza costituirsi in ATI. Ammissibilità. 10. Cronoprogramma dei lavori. Omessa allegazione. Irrilevanza. 11. Gare pubbliche. Imprese concorrenti avente veste di società di capitali. Obbligo di indicazione dei soci di maggioranza. Omissione. Dichiarazione del socio di maggioranza ex art. 38 cod. appalti. Sufficienza. 12. Gare pubbliche
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 1B, Sentenza 13 gennaio 2014, n. 00361
Sulla facoltà dell'autorità amministrativa di tutelare i beni che fanno parte del demanio pubblico in via amministrativa ex art. 823, comma 2, cod. civile
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 1, Sentenza 14 gennaio 2014, n. 00145
Liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali. Provvedimenti amministrativi recanti limitazioni degli orari. Caducazione.Sopravvenuta carenza di interesse a ricorrere a seguito dell’entrata in vigore della normativa che soddisfa il bene della vita perseguito. Insussistenza dell’interesse ai sensi dell’art. 34, comma 3, cpa in carenza della domanda risarcitoria.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 13 gennaio 2014, n. 00070
1. Illeceità della occupazione e della trasformazione di beni privati quando il GA annulli gli atti della procedura ablatoria. 2. Procedure ablatorie illegittime, illecite occupazioni e limiti alla tutela restitutoria desumibili dagli artt. 2933 e 2058 cod. civile. 3. Limiti scaturenti dall'art. 42-bis d.P.R. n. 327/2001 alla tutela restitutoria di beni illecitamente appresi in conseguenza di procedure ablatorie illegittime. 4. Nel caso di illegittimità della procedura ablatoria, la condanna dell'Autorità amministrativa al ripristino dello status quo ante è distinta da quella alla restituzione del bene appreso e presuppone un'espressa domanda da parte del privato spogliato del bene. 5. Tutela restitutoria della proprietà privata e divieto di atti emulativi. 6. Tutela in forma specifica e tutela risarcitoria nel caso di apprensione di beni privati all'esito di una procedura ablatoria illegittima. Non ristorabilità del danno da perdita del bene
T.A.R. Sardegna, Sez. 2, Sentenza 11 gennaio 2014, n. 00015
1. Vizio di omessa pronuncia. 2. Motivi assorbiti nella sentenza di primo grado. Formazione del giudicato. Esclusione. 3. Illecita trasformazione di un bene privato all'esito di procedura ablatoria illegittima, risarcimento del danno e solidarietà passiva tra soggetti pubblici e privati che collaborino alla realizzazione di opere pubbliche. Il caso della concessione traslativa. 4. Illecita trasformazione di un bene privato all'esito di procedura ablatoria illegittima, risarcimento del danno per perdita di beni abusivi. Esclusione. 5. Illecita trasformazione di un bene privato all'esito di procedura ablatoria illegittima, risarcimento del danno non patrimoniale. Danno esistenziale. Esclusione. 6. Onere della prova in tema di ristoro del danno patrimoniale per atti o comportamenti illegittimi della PA. 7. Liquidazione delle spese di giudizio. Limiti entro cui la decisione del giudice amministrativo può essere censurata in grado di appello
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 10 gennaio 2014, n. 00046
Abusi edilizi. Comunicazione di avvio del procedimento. Esclusione. Applicabilità dell'art. 21-octies legge n. 241/1990. Motivazione della sanzione repressiva. Descrizione dell'abuso. Sufficienza.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 2, Sentenza 10 gennaio 2014, n. 00206
Realizzazione di un’opera pubblica su fondo illegittimamente occupato, ovvero legittimamente occupato ma non espropriato nei termini di legge. 1. Controversie. Giurisdizione del GA. 2. Occupazione appropriativa. Esclusione. 3. Facoltà del proprietario di abdicare al bene domandando il ristoro per equivalente. Esclusione. 4. Modalità di acquisizione dell'opera pubblica. Decreto espropriativo. Negozio. Acquisizione sanante ex art. 42-bis d.P.R. n. 327/2001. Necessità. 5. Trasformazione del fondo appreso. Obbligo di restitutio in integrum. Risarcimento del danno per perdita del bene. Non spetta. 6. Illecito. Natura permanente. Domande restitutorie e risarcitorie per illecita occupazione. Fondatezza. Ritualità delle domande. Necessità. 7. Restitutio in integrum. Eccessiva onerosità ex art. 2058 c.c. Inapplicabilità alle azioni di contenuto reale
T.A.R. Piemonte, Sez. 1, Sentenza 10 gennaio 2014, n. 00043
Decadenza dei piani attuativi di iniziativa privata per decorso del termine di un quinquennio. Legittimità costituzionale di una legge regionale che preveda la perdita di efficacia anche dei vincoli conformativi
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 10 gennaio 2014, n. 00044
Determinazione della giurisdizione in base al criterio del c.d. petitum sostanziale. Beni appartenenti al demanio. Non usucapibilità. Natura vincolata dell'attività di recupero di beni demaniali. Applicabilità dell'art. 21-octies legge n. 241/1990
T.A.R. Molise, Sez. 1, Sentenza 8 gennaio 2014, n. 00029
Facoltà per l'Amministrazione di rinnovare le concessioni demaniali marittime con provvedimenti espressi dagli effetti retroattivi, a far data cioè dalla presentazione dell'istanza di rinnovo. Pareri facoltativi acquisiti dalla PA nel corso procedimento. Natura non vincolante. Natura facoltativa del potere di autotutela amministrativa. Pluralità di ragioni giustificatrici dell'atto amministrativo
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 7 gennaio 2014, n. 00012
1. Limiti al sindacato in sede giurisdizionale sull'attività amministrativa e principio di separazione dei poteri. Il sindacato del GA in merito a valutazioni di enti preposti a tutela di beni paesaggistici. 2. Rilevanza paesaggistica di opere realizzate sull’area sottoposta a vincolo, anche se non vi è un volume da computare sotto il profilo edilizio. 3. Le caratteristiche che hanno giustificato l'imposizione del vincolo paessaggistico non sono fatti controversi suscettibili di valutazione ex art. 64 cod. proc. amm. 4. Il degrado di aree sottoposte a vincolo paesaggistico non giustifica l'assentibilità di opere che ulteriormente riducano la presenza di tale caratteristiche
Cons. St., Sez. 6, Sentenza Breve 7 gennaio 2014, n. 00018
Inesistenza di limiti normativi ostativi alla possibilità di rilasciare distinte e autonome concessioni edilizie in favore di singoli soggetti attuatori di piano di recupero urbanistico
T.A.R. Piemonte, Sez. 1, Sentenza 3 gennaio 2014, n. 00005
Azioni reciprocamente escludenti nel contenzioso in materia di gare pubbliche. Impossibilità di ricorrere all'avvalimento per dimostrare tramite imprese ausiliarie il possesso del requisito dell'iscrizione camerale
T.A.R. Calabria Reggio Calabria, Sez. 1, Sentenza 3 gennaio 2014, n. 00001