Accedi a LexEureka
IL FOGLIO DI RICERCA-AMMINISTRATIVA.IT
Archivio
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
luglio 2011
giugno 2011
marzo 2011

Registrati ora per ricevere la newsletter de Il Foglio di Ricerca-Amministrativa.it

Materie

LEXEUREKA
Prova il motore di ricerca
di Ricerca-Amministrativa.it!
Lexeureka è il più completo e veloce motore di ricerca per la giustizia amministrativa oggi presente sul mercato.


PROVA LA RICERCA AVANZATA!
Fino al 1 Giugno 2013 la ricerca avanzata è disponibile anche per gli abbonamenti gratuiti. Registrati ora e prova tutta la potenza di LexEureka.
Scarica le app mobile
Presto disponibili, per tutti gli abbonati, anche le applicazioni per Android e iPhone/iPad.

Tutta la potenza di LexEureka in formato tascabile.

Il foglio di Ricerca-amministrativa.it

Mensile di aggiornamento di giurisprudenza amministrativa

ottobre 2014
Porto d'armi. Natura e finalità. Presupposti per il diniego. Valutazione dell'autorità pubblica in ordine al requisito dell'affidabilità. Discrezionalità ampia. Arresti domiciliari. Motivazione. Sufficiente.
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 31 ottobre 2014, n. 05398
Dichiarazione ex art. 38 d.lgs. n. 163/2006 circa precedenti risoluzioni contrattuali. Ratio. Omissione. Non menzione nel casellario informatico ex art. 7, c. 10, cod. contratti. Non rileva. Accertamento delle circostanze in sede giurisdizionale. Non necessita. Soccorso istruttorio. Inammissibile. Conferma dell'aggiudicazione. Illegittima.
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sez. 1, Sentenza Breve 31 ottobre 2014, n. 01041
1. Giudicato amministrativo. Riedizione del potere amministrativo. Rito applicabile. Qualificazione delle domande. Compete al giudice adito. 2. (segue): Differenze tra violazione del giudicato ed elusione. 3. Decisione del G.A. che annulli l'aggiudicazione di gara pubblica, disponendo che la stessa debba avvenire a favore del ricorrente. Aggiudicazione provvisoria. Necessità. Verifica dei requisiti in capo all'aggiudicataria. Occorre. Mancanza. Revoca dell'aggiudicazione. Legittimità. Elusione del giudicato. Non sussiste.
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sez. 1, Sentenza 31 ottobre 2014, n. 01045
1. Gare di appalto. Dichiarazione sostitutiva ai sensi del d.P.R. 445/2000. Allegazione di documento di identità scaduto. Mera irregolarità. Soccorso istruttorio ex art. 71, comma 3, d.P.R. n. 445/2000. Necessità. Istanza di ammissione. Clausola che prevede l'obbligo di sottoscrizione di ogni pagina. Illegittimità. 2. (segue): procedura del 2014. Apertura dei plichi delle offerte tecniche. Illegittima.
T.A.R. Veneto, Sez. 1, Sentenza Breve 31 ottobre 2014, n. 01360
Conferimento di incarico professionale. Non organicità del professionista. Parasubordinazione. Controversia in ordine al compenso. Giurisdiziona del A.G.O.. Sussiste.
T.A.R. Sicilia Palermo, Sez. 1, Sentenza 31 ottobre 2014, n. 02636
Protezione di bene archeologico. Occupazione temporanea di beni privati. Reiterazione con conseguente trasformazione dei beni. Carattere espropriativo dell'occupazione. Eterogenesi dei fini. Diritto all'indennizzo. Sussiste
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 5, Sentenza 30 ottobre 2014, n. 05584
1. Finanza di progetto. Rimborso delle spese sostenute dal soggetto promotore ex art. 155 D.Lgs. n. 163/2006. Giurisdizione del G.A. Sussiste. Inerzia della P.A. Ricorso avverso il silenzio. Ammissibilità. 2. Procedimento amministrativo. Conclusione. Termine. Necessità. Finanza di progetto. Obbligo di concludere il procedimento. Sussiste.
T.A.R. Toscana, Sez. 1, Sentenza 30 ottobre 2014, n. 01720
1. Strade pubbliche e private. Uso pubblico di passaggio. Connotati. 2. Declassificazione di strada pubblica. Condizioni. Avvio del procedimento ad istanza di parte. Istruttoria. Indagine sull’oggettiva destinazione della strada privata al pubblico transito e il tangibile beneficio che la comunità attualmente. Necessità.
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sez. 1, Sentenza 30 ottobre 2014, n. 01022
Risarcimento del danno da ritardo provvedimentale. Presupposti oggettivi e soggettivi. Natura. Responsabilità aquiliana. Onere della prova a carico del danneggiato.
T.A.R. Toscana, Sez. 1, Sentenza 30 ottobre 2014, n. 01697
1. c.d. Legge Severino. Ratio. Preservazione della P.A. dalla presenza di soggetti moralmente indegni. Reato. Presunzione assoluta di inidoneità. Bilanciamento tra imparzialità della P.A. e diritto costituzionalmente garantito dell'eletto. Non sussiste. Applicazione della sanzione. Automatica. Remissione degli effetti a seguito di riabilitazione in sede penale. Natura sanzionatoria. Sussiste. 2. (segue): sospensione dalla carica conseguente a fatto storico anteriore alla elezione. Anteriorità del provvedimento giudiziario che ha dato rilevanza al fatto storico. Retroattività della norma. Sussiste. Applicazione retroattiva di norma sanzionatoria anche di natura non penale. Incompatibilità con l'art. 25 Cost. Sussiste. Riserva di legge per la predeterminazione dei requisiti di accesso alle cariche elettive ex art. 51 Cost. sottostà al principio di non retroattività della legge. 3. (segue): mancato bilanciamento tra salvaguardia della moralità della P.A. e pieno esercizio del diritto di elettorato passivo. QLC non manifestamente infondata.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 1, Ordinanza Sospensiva 30 ottobre 2014, ord. n. 01801
Ricorso straordinario. Regola dell'alternatività con quello in sede giurisdizionale. Impugnazione di atti conseguenti. Osservanza. Necessità a pena di inammissibilità del gravame
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 29 ottobre 2014, parere n. 03336
Concessioni demaniali marittime. Controversie in tema di canoni demaniali. Criteri di riparto della giurisdizione
T.A.R. Puglia Bari, Sez. 1, Sentenza Breve 29 ottobre 2014, n. 01270
Accesso. Atti soggetti ad un ampio regime di pubblicità. Controllo generalizzato. Ammissibilità. Organi collegiali. Richiesta di accesso da parte di un componente. Diniego. Illegittimità.
T.A.R. Puglia Bari, Sez. 3, Sentenza 29 ottobre 2014, n. 01269
Interventi edilizi. Incremento di superficie, mutamento di sagoma o di destinazione d'uso. Riconducibilità nel novero della ristrutturazione edilizia. Necessità.
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 1Q, Sentenza 27 ottobre 2014, n. 10732
1. Ricorso in sede giurisdizionale. Sopravvenuta inefficacia dell'atto impugnato nelle more del giudizio. Interesse al ricorso. Permane in correlazione all'interesse astratto ad attivare in separata sede la tutela risarcitoria. 2. Diritto di accesso in funzione difensiva. Diniego. Illegittimità del provvedimento conclusivo. Presupposti. 3. Contraddittorio in sede giurisdizionale. Facoltà delle amministrazioni resistenti di produrre documenti nuovi rispetto a quelli acquisiti nel corso dell'istruttoria procedimentale. Sussiste.
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 3T, Sentenza 28 ottobre 2014, n. 10797
1. Ricorso giurisdizionale. Provvedimenti dell'A.G.C.M.. Sindacato giurisdizionale. Limiti. 2. Autorità Garante della Concorrenza e dei Mercati. Strumenti sanzionatori e di controllo. Individuazione del c.d. mercato rilevante. Efficacia probatoria dei c.d. programmi di clemenza.
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 24 ottobre 2014, n. 05278
Edilizia. Attività contraria a leggi e regolamenti. Conformità al titolo abilitativo (SCIA). Repressione dell'abuso edilizio. Annullamento in via di autotutela della SCIA. Occorre.
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 2, Sentenza 24 ottobre 2014, n. 02557
Pubblico impiego. Rapporto di lavoro costituito in via di fatto. Fonte del credito retributivo ex art. 2126 c.c.. Prescrizione. Quinquennale.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 23 ottobre 2014, n. 05247
Sul riparto di giurisdizione in materia di controversie riguardanti la concessione e la revoca di contributi e sovvenzioni pubbliche.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 23 ottobre 2014, n. 05257
Ricorso giurisdizionale. Legittimazione a ricorrere. Pretese emulative o interessi a contenuto impossibile o illegittimi. Non sussiste.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 23 ottobre 2014, n. 05269
Edilizia scolastica prefabbricata. Revisione dei prezzi. Esclusione. Annullamento in via di autotutela degli atti concessivi di compensi per revisione dei prezzi. Motivazione. Non occorre. Interesse pubblico in re ipsa.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 23 ottobre 2014, n. 05267
1. Avviso di avvio del procedimento. Anticipazione della motivazione finale. Non occorre. Congruità e non identità tra atto preannunciato e quello finale. Sufficienza. 2. Aggiudicazione provvisoria. Atto endoprocedimentale. Affidamento. Non sussiste. Sua revoca. Non è esercizio del potere di autotutela. Discrezionalità. 3. Aggiudicazione definitiva. Revoca. Ammissibilità. Sopravvenuti motivi di pubblico interesse. Sufficienza.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza Breve 23 ottobre 2014, n. 05266
1. Pianificazione urbanistica. Osservazioni presentate dai privati. Obbligo di motivazione della P.A. Limiti. 2. Contenuto dello strumento urbanistico. Discrezionalità della P.A. Sindacato di legittimità. Limiti.
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 3, Sentenza 22 ottobre 2014, n. 02599
Gara di appalto. Contratto definitivo. Accesso da parte della concorrente non aggiudicataria.. Consentito. Ratio.
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 1, Sentenza Breve 22 ottobre 2014, n. 02531
1. Infermità dipendente da cause di servizio. Discrezionalità tecnica del giudizio medico legale. Sindacato G.A. Limiti. 2. Rapporti tra Amministrazione e Comitato di Verifica. Carattere vincolante del parere. Condizioni. 3. Procedimento di riconoscimento dell’infermità per cause di servizio. Richiesta di riesame. Memorie ex art. 10 bis l. n. 241/1990. 4. Fattori che influiscono sulla causazione/concausazione dell’infermità. Onere probatorio. 5. Diniego del riconoscimento dell’infermità dipendente da cause di servizio. Eccesso di potere. Condizioni.
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 2T, Sentenza 22 ottobre 2014, n. 10638
Ricorso giurisdizionale. Annullamento del provvedimento viziato per carenza di motivazione. potere di riedizione del provvedimento annullato. Limiti.
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 21 ottobre 2014, n. 05176
1. Infermità o lesioni dipendenti da causa di servizio. Procedimento di concessione dell'equo indennizzo. Termine conclusivo. Natura. 2. (segue): motivazione del provvedimento di diniego della P.A. Limiti.
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 21 ottobre 2014, n. 05179
1. Diniego della licenza di porto d'armi. Oggettivo abuso delle armi. Non necessario. Ampia discrezionalità della Pubblica Amministrazione. Limiti. 2. Diniego licenza di porto d’armi. Domanda risarcitoria. Principio dell’onere della prova.
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 3, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 02498
1. Autotutela. Revoca atti di gara. Obbligo di comunicazione di avvio del procedimento all'aggiudicatario in via definitiva. 2. Interesse attuale all'impugnazione degli atti di gara. Clausole escludenti. 3. Principio di tassatività delle clausole escludenti. Principio del favor partecipationis e principio di ragionevolezza delle procedure di gara.
T.A.R. Sardegna, Sez. 1, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 00821
Organizzazione dei servizi farmaceutici. Riparto di competenza tra Comune e Regione. Autonomia dei relativi procedimenti. Istituzione di nuove sedi. Connessione ai poteri di pianificazione urbanistica. Competenza comunale. Termine per l'esercizio del potere sostituivo delle Regioni a fronte dell'inerzia dei Comuni. È ordinatorio.
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 3, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 02504
Pubblico impiego. Indennità di rischio da radiazioni ionizzanti per i tecnici di radiologia medica ex art. 54 d.P.R. 384/1990. Individuazione dei soggetti esposti al rischio. Valutazione del rischio. Modalità. Analisi a campione. Possibilità.
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 05155
Incompletezza dell'offerta tecnica. Soccorso istruttorio volto a integrare documentazione mancante. Violazione par condicio. Sussiste.
T.A.R. Veneto, Sez. 1, Sentenza Breve 17 ottobre 2014, n. 01315
Porto d'armi. Rinnovo della licenza. Condanna penale già sussistente al tempo del precedente rinnovo. Diniego. Illegittimo.
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 3, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 02503
1. Rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno. Situazione dello straniero alla conclusione del procedimento. Direttiva rimpatri n. 2008/115/CE. Tempus regit actum. Rapporto irretrattabilmente definito. 2. (segue): rilascio di nulla-osta al lavoro subordinato a favore di cittadino straniero destinatario di provvedimento espulsivo. Re-ingresso in Italia. Diniego di permesso di soggiorno. Lungo lasso temporale. Tutela dell'affidamento. Necessità.
T.A.R. Lombardia Brescia, Sez. 2, Sentenza 17 ottobre 2014, n. 01084
1. Abusi edilizi. Ordine di demolizione. Successiva presentazione di accertamento di conformità. Efficacia della sanzione ripristinatoria. Persiste. 2. Permesso di costruire. Varianti in corso d'opera. Denuncia Inizio Attività. Ammessa solo per varianti leggere. Varianti che modificano la destinazione d’uso dell’immobile. Inammissibilità. Modificazione della sagoma dell'edificio preesistente. È ristrutturazione edilizia.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 2, Sentenza 16 ottobre 2014, n. 05381
1. Diritto di accesso. Presupposti. Titolarità di un interesse diretto, concreto e attuale. Strumentalità a forme di tutela giudiziale e stragiudiziale. Sufficienza. Valutazione in astratto. Occorre. Esigenze di riservatezza del terzo. Loro soccombenza. 2. (segue): autore di esposto che abbia dato luogo a procedimento disciplinare. Legittimazione a richiedere l'accesso. Sussiste.
T.A.R. Toscana, Sez. 2, Sentenza Breve 16 ottobre 2014, n. 01569
Ricorso in sede giurisdizionale avverso gli atti della procedura di gara disposti da Centrale di Committenza. Notifica del ricorso. Omessa notifica alla Centrale di committenza. Inammissibilità.
T.A.R. Abruzzo L'Aquila, Sez. 1, Sentenza Breve 16 ottobre 2014, n. 00721
1. Piani paesistici o urbanistico territoriali. Finalità. Individuazione degli interventi incompatibili. 2. (segue): inedificabilità assoluta. Condono. Rigetto. Necessità. Motivazione. Non occorre. È attività vincolata. 3. Abusi edilizi. Ordine di demolizione. Omesso avvertimento che, in caso di inottemperanza, il bene abusivo verrà acquisito al patrimonio comunale. Irrilevanza. Mera irregolarità. 4. (segue): omessa individuazione delle aree pertinenziali assoggettabili a confisca. Irrilevanza. 5. Pertinenza edilizia. Nozione.
T.A.R. Toscana, Sez. 3, Sentenza 16 ottobre 2014, n. 01597
Cauzione definitiva. Impegno del garante a rilasciarla. Omissione. Esclusione dalla gara del concorrente. Necessità. Soccorso istruttorio. Non esperibilità
T.A.R. Toscana, Sez. 1, Sentenza Breve 15 ottobre 2014, n. 01547
Patrimonio immobiliare pubblico. Cartolarizzazione. Dismissione. Conduttori. Diritto di opzione. Determinazione del prezzo di alienazione. Caratteristiche di pregio. Necessità di opere di manutenzione ordinaria o straordinaria (interventi di riparazione rinnovamento o sostituzione di finiture esterne). Non rilevano al fine di escludere il pregio dell'immobile.
T.A.R. Toscana, Sez. 1, Sentenza 15 ottobre 2014, n. 01541
1. Ricorso in sede giurisdizionale. Legittimazione a ricorrere. Legittimazione dei Consiglieri comunali ad impugnare atti dell’organo di cui fanno parte. Limiti. Esercizio del mandato connesso alla carica elettiva. Vulnerazione del c.d. jus ad officium. 2. (segue): delibera riguardante la surroga di un consigliere comunale dimissionario. Legittimazione dei consiglieri comunali ad impugnare. Non sussiste. Interesse di mero fatto. 3. Surrogazione di consigliere dimissionario. Atto di natura vincolata non annullabile ex art. 21-octies, comma 2, l. n. 241/1990. Termine dei dieci giorni per la surrogazione del consigliere dimissionario. Ordinatorio. Atto non facoltativo. 4. Comunicazione dei componenti di una Giunta comunale. Mera informativa compiuta dal Sindaco. Non impugnabile da parte dei consiglieri comunali.
T.A.R. Sardegna, Sez. 2, Sentenza 15 ottobre 2014, n. 00815
Revoca e disdetta. Differenze
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 14 ottobre 2014, n. 05103
Sanatoria straordinaria ex art. 32 D.L. n. 269/2003 conv. in legge n. 326/2003. Procedimenti sanzionatori. Sospensione ex lege. Adozione di provvedimenti repressivi in pendenza del procedimento di condono. Illegittimità.
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 2T, Sentenza 13 ottobre 2014, n. 10272
1. Concessioni demaniali marittime. Proroga sino al 2020. Ambito applicativo. Concessione rilasciate anteriormente al 31 dicembre 2009. 2. Istanza per rilascio di concessioni demaniali marittime. Pubblicità. Albo pretorio. Sufficienza. 3. Concorrenza di istanze di rilascio di concessioni demaniali marittime. Procedura comparativa. Necessità. Requisiti. Dimostrazione. Autodichiarazione. Sufficienza. Verifica dei requisiti anteriormente all'affidamento. Non occorre.
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza Breve 13 ottobre 2014, n. 02472
1. Concessioni demaniali marittime. Canoni. Criteri di determinazione ex Legge finanziaria 2007. Applicabilità alle concessioni rilasciate anteriormente al 2007. Occorre. 2. (segue): opere costruite dal concessionario. Loro irrilevanza in sede di determinazione del canone. Sinallagma convenzionale. Va rispettato. 3. (segue): c.d. canone O.M.I. Ambito applicativo. Esclusivamente pertinenze demaniali. Beni costruiti dai concessionari. Non costituiscono pertinenze demaniali. Applicabilità della Finanziaria per l'anno 2007 solo per concessioni comprensive di impianti e pertinenze rilasciate successivamente alla sua entrata in vigore.
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza Breve 13 ottobre 2014, n. 02479
Strumenti urbanistici attuativi. Omessa approvazione. Interventi assentibili. Lotto intercluso. Dotazione di opere di urbanizzazione. Loro presenza. Rilascio del p.d.c. Ammissibilità.
T.A.R. Sardegna, Sez. 2, Sentenza 13 ottobre 2014, n. 00796
Concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative. Imposta regionale. Criteri di commisurazione. Alta valenza turistica e normale valenza turistica. Regione Campania. Subclassificazione della normale valenza turistica. Ordinaria valenza turistica e limitata valenza turistica. Questione di costituzionalità. Manifesta infondatezza.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 7, Sentenza 10 ottobre 2014, n. 05266
1. Agenzia delle Entrate. Enti pubblici. Autonomia giuridica. Capacità di stare in giudizio. Ricorso giurisdizionale avverso loro atti. Notifica. Direttamente all'Agenzia. Ritualità. 2. Diritto di accesso. Dichiarazione dei redditi di terze persone. Motivazione. Esigenze di tutela giudiziaria. Indagine sulla loro rilevanza ai fini difensivi. Occorre.
T.A.R. Emilia Romagna Parma, Sez. 1, Sentenza Breve 10 ottobre 2014, n. 00370
1. Discrezionalità tecnica. Sindacato in sede giurisdizionale. Limiti. Valutazioni tecnico-scientifiche. Pluralità di soluzioni. Loro plausibilità. Compatibilità della decisione della P.A. Loro insindacabilità. 2. Infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione. Assimilazione ex lege alle opere di urbanizzazione. Non comporta ex se loro realizzabilità in zona sottoposta a vincolo. 3. (segue): scavo del sottosuolo. Valutazione dell'intervento ai fini di tutela del paesaggio. Occorre.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 7, Sentenza 10 ottobre 2014, n. 05262
Dirigenza sanitaria. Funzioni delegate di "datore di lavoro". Attribuzione mediante atti di servizio di Aziende sanitarie locali. Controversie. Giurisdizione. È devoluta all'A.G.O. Ricorso straordinario. Inammissibilità
Cons. St., Sez. 2, Parere Definitivo 9 ottobre 2014, parere n. 03072
Titolo edilizio. Interventi edilizi eseguiti in difformità. Repressione dell'abuso. Zona regionale protetta o paesaggisticamente vincolata. Distinzione tra interventi eseguiti in difformità totale o parziale ovvero in variazione essenziale. Irrilevanza
Cons. St., Sez. 2, Parere Definitivo 9 ottobre 2014, parere n. 03074
Ricorso giurisdizionale. Rilascio del permesso di soggiorno. Condanna rientrante nelle previsioni di cui all'art. 9, comma 3 d.lgs. n. 286/1998. Prossimità dell'evento impeditivo all'istanza di rilascio del permesso. Diniego. Sinteticità della motivazione. Non rileva. 2. (segue): allegazione di fatti successivi all'adozione del provvedimento e successivi alla proposizione del ricorso. Non valutabili in sede di giudizio.
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 8 ottobre 2014, n. 05013
1. Abusi edilizi. Sanzioni. Partecipazione al procedimento del privato. Non occorre. È attività vincolata e doverosa. 2. Aree sottoposte a vincolo paesaggistico. Condono ex art. 32, commi 26 e 27, D.L. n. 269/2003 conv. in legge n. 326/2003. Presupposti.
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 3, Sentenza 8 ottobre 2014, n. 05216
1. Commesse pubbliche. Attività amministrativa illegittima. Risarcimento del danno. Presupposti. Loro ricorrenza. Onere della prova. È a carico della parte danneggiata. 2. (segue): elemento soggettivo della P.A. Verifica della ricorrenza. Non occorre. Responsabilità della P.A. di natura oggettiva. Estensione della regola a tutto il campo degli appalti pubblici. Occorre. 3. Affidamento di incarico di direzione lavori per esecuzione di opera pubblica. Revoca. Annullamento in sede giurisdizionale. Risarcimento. Spetta. 4. (segue): la lesione ingiusta di una situazione soggettiva meritevole di tutela da parte dell'ordinamento. 5. (segue): nesso causale e quantificazione del danno emergente. 6. (segue): rimborso delle spese di gara. 7. (segue): danno curriculare. Onere della prova. Presunzione. Liquidazione in via equitativa. 8. (segue): detrazione del c.d. aliunde perceptum su quanto dovuto a titolo di lucro cessante. 9. (segue): rivalutazione.
T.A.R. Puglia Bari, Sez. 1, Sentenza 7 ottobre 2014, n. 01162
1. Valutazione del servizio reso da militare. Discrezionalità Pubblica Amministrazione. Sindacato del G.A.. Limiti. Controllo «debole». 2. Forze armate. Rapporti informativi. Valutazione del servizio reso da militare. Rilevanza di pregresse schede valutative. Non sussiste. Loro autonomia.
T.A.R. Abruzzo L'Aquila, Sez. 1, Sentenza 7 ottobre 2014, n. 00687
Ricorso giurisdizionale. Acquisizione delle prove. Giurisdizione di legittimità. Applicazione temperata del principio acquisitivo. Giurisdizione esclusiva. Applicazione piena del principio dispositivo.
T.A.R. Veneto, Sez. 1, Sentenza 7 ottobre 2014, n. 01273
1. Oneri di urbanizzazione. Presupposti per la loro debbenza. Mutamento di destinazione d'uso. Passaggio ad una diversa categoria funzionale autonoma. Aumento del carico urbanistico. 2. (segue): determinazione degli oneri concessori. Mero calcolo materiale. Motivazione. Non occorre.
T.A.R. Marche, Sez. 1, Sentenza 6 ottobre 2014, n. 00816
1. Diritto di accesso. Cartelle esattoriali. Procedimento tributario già concluso. Sussiste. 2. (segue): ostensione degli atti propedeutici a procedure di riscossione. Interesse del contribuente. Obblighi per la società concessionaria. Tutela dei diritti del contribuente. Richiesta di accesso. Strumentalità. 3. (segue): Actio ad exhibendum. Documento esibito al privato. Conformità della copia all’originale. Necessità. Cartella di pagamento. Ostensione dell'estratto di cartella. È un documento succedaneo e diverso rispetto alla cartella di pagamento.
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sez. 2, Sentenza 6 ottobre 2014, n. 01607
1. Dichiarazione pubblica utilità. Carattere perentorio del termine di efficacia. Proroga. Motivazione. Necessità. Ritardi imputabili ad altre Amministrazioni nella definizione di sub-procedimenti. Irrilevanza. È variabile imputabile alla pubblica amministrazione, unitamente considerata. 2. (segue): motivazione postuma resa in sede giurisdizionale. Irrilevanza. Applicazione dell'art. 21-octies legge n. 241/1990. Esclusione. La dichiarazione di pubblica utilità è atto discrezionale
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 6 ottobre 2014, n. 04990
1. Ricorso in sede giurisdizionale. Condizioni dell'azione. Interesse a ricorrere. Requisiti. 2. (segue): ricorsi in materia di conferimento di incarichi direttivi o semidirettivi a magistrati ordinari. Collocamento a riposo nelle more del processo. Improcedibilità del ricorso. Non sussiste. 3. Giudicato demolitorio. Remand. Principio di continuità dell'azione amministrativa. Rieffusione del potere amministrativo. Ineludibilità. Principio di effettività della tutela giurisdizionale. Punto di equilibrio. Obbligo della P.A. di riesaminare l'affare nella sua interezza a seguito di una prima pronuncia demolitoria. 4. (segue): teoria c.d. del "one shot". Ordinamento italiano. Applicazione temperata. 5. (segue): conferimento di incarichi direttivi o semidirettivi a magistrati ordinari. Teoria del c.d. "one shot" temperata. Applicabilità. 6. Annullamento in sede giurisdizionale di deliberazione del C.S.M. Rieffusione del potere. Motivazione "fotografia" di quella censurata dal G.A. Nullità dell'atto. 7. Incarichi direttivi o semidirettivi. Procedure comparative. Ius superveniens. Inapplicabilità
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 6 ottobre 2014, n. 04987
1. Questione di legittimità costituzionale relativa a disposizione successivamente novellata. Valutazione della rilevanza. Distinzione tra abrogazione e incostituzionalità. Diversità degli effetti. Atto amministrativo assunto sulla base della normativa abrogata. Principio tempus regit actum. Rilevanza della questione. 2. (segue): disciplina transitoria in tema di titolo abilitante l'esercizio della professione di restauratore. Manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale. 3. (segue): possesso di SOA OS2. Non costituisce di per sé titolo abilitante all'esercizio della professione di restauratore. Verifica dei presupposti relativi a capacità professionale. Rilevanza costituzionale degli interessi protetti (beni culturali) incisi dall'attività di restauratore. Loro prevalenza rispetto all'aspirazione degli operatori di accedere a opportunità professionali. 4. (segue): ragionevolezza della disciplina transitoria. 5. Disciplina sull'accesso alla professione di restauratore. Contrasto con principi comunitari in tema di concorrenza. Non sussiste. Situazione puramente interna. Previsione di un esame di idoneità. Compatibilità con i principi comunitari.
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04946
Condono edilizio. Pendenza del procedimento. Misura repressiva dell'abuso. Illegittimità
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04963
1. Ricorso in sede giurisdizionale. Tempestività. Onere della prova. Ricade sulla parte che eccepisce la tardività. Realizzazione di canna fumaria a servizio di ristorante. Certificato di collaudo e scontrini fiscali. Irrilevanza. 2. D.I.A. edilizia. Ricorso in sede giurisdizionale avverso provvedimento tacito abilitativo dell'intervento. Ammissibilità e procedibilità se ricorso ante A.P. n. 15/2011. 3. (segue): novella dell'art. 19 legge n. 241/1990 ad opera dell'art. 6 del d.l. 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni nella legge 14 settembre 2011, n. 148. Irrilevanza per i giudizi pendenti alla data di entrata in vigore
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04962
Strada vicinale comunale. Usurpazione. Polizia demaniale. Legittimità. Lungo lasso di tempo. Irrilevanza
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04941
1. Appalti di forniture. Riunione temporanea d’impresa. Avvalimento. Ammissibilità. 2. Certificazione di qualità. Avvalimento. È consentito. 3. Dichiarazioni sulla c.d. moralità professionale. Componenti Consiglio di Amministrazione. Acquisizione ex officio di dichiarazioni di tutti i componenti. Legittimità.
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04958
1. Ricorso giurisdizionale. Abusi edilizi. Vincolo paesistico. Preesistenza delle opere presunte abusive. Onere della prova. È a carico del privato. Atto notorio. Irrilevanza. Verbale di sopralluogo formato da funzionari pubblici. È atto pubblico. Piena prova fino a querela di falso. 2. (segue): atto vincolato. Motivazione in ordine all'interesse pubblico. Non necessita.
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 3 ottobre 2014, n. 04957
Nozione di inizio dei lavori rilevante ai fini di evitare la decadenza del permesso di costruire
T.A.R. Toscana, Sez. 3, Sentenza Breve 3 ottobre 2014, n. 01515
1. Ricorso giurisdizionale. Interesse al ricorso. Ricorso in tema di commisurazione dell'oblazione promosso da Condominio per opere abusive realizzate da condomino su beni di proprietà esclusiva. Difetto di interesse. 2. (segue): art. 35 comma 20 L. 47/1985. Tipologia di abuso. Non rileva. Verifica della compatibilità dell'immobile per cui si chiede la sanatoria con la normativa antincendio. Abitazioni. Non occorre. Carenza di istruttoria. Non sussiste. 3. Vincolo paesaggistico. Condono di opere interne. Irrilevanza.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 2 ottobre 2014, n. 04900
1. Dichiarazione sulla c.d. moralità professionale. Completezza delle dichiarazioni. Necessità. Indicazione della sanzione espulsiva nella lex specialis. Non occorre. Eterointegrazione della lex specialis con la norma di legge. Falso innocuo. Limiti. Soccorso istruttorio. Non consentito. 2. Modalità di valutazione delle offerte. Anomalie dell’offerta. Valutazione complessiva. Appalti di servizi esclusi dall’applicazione delle disposizioni del codice dei contratti pubblici. Procedura di verifica dell’anomalia. Non obbligatoria.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 2 ottobre 2014, n. 04932
1. Ricorso principale e ricorso incidentale. Ordine di trattazione. Violazione. Error in procedendo. Non sussiste. 2. (segue): ipotesi in cui è prioritaria la trattazione del ricorso incidentale. 3. (segue): esame congiunto di ricorso principale e ricorso incidentale. Simmetria escludente dei vizi denunciati. Necessità. 4. (segue): applicabilità dell'overruling ai giudizi pendenti alla data di pubblicazione della decisione dell'Ad. Plen. n. 9/2014. 5. Ricorso principale avverso aggiudicazione provvisoria. Ricorso incidentale. Termine per ricorrere. Decorre dalla data di impugnazione in s.g. dell'aggiudicazione definitiva. 6. Gare per l'affidamento di concessione di lavori pubblici. A.T.I. Obbligo di corrispondenza tra quote di partecipazione e quote di esecuzione dei lavori. Esclusione. Mandanti. Possesso dei requisiti minimi di qualificazione. Esclusione. 7. Dichiarazioni sulla c.d. moralità professionale. Soggetti tenuti a renderle. I procuratori ad negotia. Solo se espressamente previsto dalla lex specialis di gara. In caso contrario: soccorso istruttorio. 8. Gare pubbliche per affidamento di incarichi di progettazione. Partecipazione di giovani professionisti. Dies ad quem per computare il termine di iscrizione all'albo inferiore di cinque anni di iscrizione all'albo. Rileva la data di pubblicazione del bando. 9. Avvalimento. Limiti soggettivi. Obblighi dichiarativi nei casi di avvalimento infragruppo
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 2 ottobre 2014, n. 04929
Distanze tra costruzioni. Nuova costruzione. Ricorso in sede giurisdizionale. Termine a ricorrere. Decorre dalla conoscenza del mero inizio dell'attività costruttiva. Principio di certezza delle situazioni giuridiche
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 2 ottobre 2014, n. 04901
Permesso di costruire. Installazione di canna fumaria a servizio di attività di ristorazione. Occorre
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 2Q, Sentenza 2 ottobre 2014, n. 10134
1. Enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza. Attività istituzionale. Rilievo pubblicistico. Personalità giuridica. Di diritto privato.2. Patrimonio di enti previdenziali. Dismissione. Rientra nella sfera di capacità di diritto privato degli enti.3. (segue): Applicabilità dell'art. 1, comma 38, legge n. 243/2004. Esclusione. Controversie. Giurisdizione dell'A.G.O.4. (segue): beni di enti previdenziali. Conferimento in fondi d'investimento. Autonomia patrimoniale dei fondi. Alienazione dei cespiti. Controversie. Giurisdizione dell'A.G.O.
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 1 ottobre 2014, n. 04882
1. Ordinanza di demolizione. Sanzione di natura oggettiva. Atto vincolato. Valutazione dell'interesse pubblico. Non occorre. Affidamento del privato per il mero decorrere del tempo. Non rileva. 2. (segue): ordinanza di demolizione conseguente al diniego di sanatoria. Avviso di avvio del procedimento ex art. 7 della legge n. 241 del 1990. Non occorre.
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 1 ottobre 2014, n. 04878
1. Regione Toscana. Accertamento di conformità. Sanzione pecuniaria per gli interventi edilizi abusivi penalmente rilevanti. Criterio di commisurazione. Contributo di costruzione. Soltanto quando dovuto. Diversamente è di € 516,00. 2. Contributo di costruzione. Esenzione in base all'art. 124 L.R. Toscana n. 1/2005. Condizione oggettiva. Opere pubbliche o di interesse pubblico. Interventi riguardanti il polo espositivo di Firenze (Fortezza da Basso). Sono di interesse pubblico. Condizione soggettiva. Soggetto attuatore competente. Firenze Fiera S.p.a. è un soggetto qualificato. Convenzione con il Comune. Non occorre
Cons. St., Sez. 6, Sentenza 1 ottobre 2014, n. 04880
1. Principio di tassatività delle cause di esclusione. Clausola della lex specialis che imponga l'allegazione all'offerta del capitolato speciale di appalto sottoscritto in ogni sua pagina. Nullità. 2. Cauzione provvisoria. Onere di allegare copia conforme del certificato del sistema di qualità. Non sussiste. Omessa allegazione. Soccorso istruttorio. Necessità
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 4, Sentenza Breve 1 ottobre 2014, n. 02411