Accedi a LexEureka

Occupazione usurpativa sine titulo

Giurisdizione e competenza Urbanistica e edilizia

Realizzazione opera pubblica. Sconfinamento. Occupazione usurpativa sine titulo. Risarcimento del danno. Giurisdizione ordinaria.
T.A.R. Basilicata, Sez. 1, Sentenza 12 November 2014, n. 00778

Principio

Realizzazione opera pubblica. Sconfinamento. Occupazione usurpativa sine titulo. Risarcimento del danno. Giurisdizione ordinaria.
Qualora un piano particolareggiato preveda la cessione al Comune di una porzione di un lotto di terreno edificabile, sulla quale deve essere realizzata un’opera pubblica e, durante l’esecuzione dei lavori, il Comune “sconfini” nella parte di lotto non oggetto di cessione, tale sconfinamento va qualificato come occupazione usurpativa sine titulo non riconducibile nemmeno mediatamente e/o indirettamente all’esercizio di una funzione amministrativa, essendo un comportamento materiale non sorretto da una dichiarazione di pubblica utilità, in quanto il progetto di opera pubblica contemplato da quest’ultimo provvedimento prevedeva una diversa ubicazione dell’opera medesima.
Pertanto, alla stregua di quanto statuito dalla Corte Costituzionale con le sentenze n. 204 del 6.7.2004 e n. 191 dell’11.5.2006, l’accertamento dell’entità dello sconfinamento e del valore della parte di terreno illecitamente trasformata, spetta alla cognizione del Giudice Ordinario.

T.A.R. Basilicata, Sez. 1, 12 November 2014, n. 00778
Caricamento in corso