Accedi a LexEureka
IL FOGLIO DI RICERCA-AMMINISTRATIVA.IT
Archivio
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
luglio 2011
giugno 2011
marzo 2011

Registrati ora per ricevere la newsletter de Il Foglio di Ricerca-Amministrativa.it

Materie

LEXEUREKA
Prova il motore di ricerca
di Ricerca-Amministrativa.it!
Lexeureka è il più completo e veloce motore di ricerca per la giustizia amministrativa oggi presente sul mercato.


PROVA LA RICERCA AVANZATA!
Fino al 1 Giugno 2013 la ricerca avanzata è disponibile anche per gli abbonamenti gratuiti. Registrati ora e prova tutta la potenza di LexEureka.
Scarica le app mobile
Presto disponibili, per tutti gli abbonati, anche le applicazioni per Android e iPhone/iPad.

Tutta la potenza di LexEureka in formato tascabile.

Il foglio di Ricerca-amministrativa.it

Mensile di aggiornamento di giurisprudenza amministrativa

Materia "enti locali"
1. Ricorso in sede giurisdizionale. Legittimazione a ricorrere. Legittimazione dei Consiglieri comunali ad impugnare atti dell’organo di cui fanno parte. Limiti. Esercizio del mandato connesso alla carica elettiva. Vulnerazione del c.d. jus ad officium. 2. (segue): delibera riguardante la surroga di un consigliere comunale dimissionario. Legittimazione dei consiglieri comunali ad impugnare. Non sussiste. Interesse di mero fatto. 3. Surrogazione di consigliere dimissionario. Atto di natura vincolata non annullabile ex art. 21-octies, comma 2, l. n. 241/1990. Termine dei dieci giorni per la surrogazione del consigliere dimissionario. Ordinatorio. Atto non facoltativo. 4. Comunicazione dei componenti di una Giunta comunale. Mera informativa compiuta dal Sindaco. Non impugnabile da parte dei consiglieri comunali.
T.A.R. Sardegna, Sez. 2, Sentenza 15 ottobre 2014, n. 00815
1. Giustizia amministrativa. Interesse al ricorso. Sopravvenuta carenza di interesse. Presupposti. Limiti. 2. Diritto di accesso. Acquisizione di notizie e informazioni e non di documenti. Inammissibilità. Onere della prova dell'esistenza di documenti. Ricade sull'istante. 3. Procedimento amministrativo. Norme sulla partecipazione procedimentale. Esegesi sostanziale e non formalistica. Necessità. 4. Enti locali. Pareri previsti per l'adozione di deliberazioni comunali. Non costituiscono requisiti di legittimità delle deliberazioni
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 8 aprile 2014, n. 01663
1. Presidente del consiglio comunale. Natura. Organo istituzionale. Revoca. Limiti. Perdita del rapporto fiduciario. Ammissibilità. Non sussiste. Violazione degli obblighi di neutralità e imparzialità. Ammissibilità. Sussiste. 2. (segue): sindacato di legittimità del giudice amministrativo. Limiti. Esame delle figure sintomatiche tipiche dell'eccesso di potere. Verifica della sussistenza e veridicità dei fatti addotti. Verifica della non arbitrarietà della valutazione dei fatti posti a base degli atti di revoca. Irrilevanza di fatti non menzionati nell'atto di revoca.
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza 20 febbraio 2014, n. 00528
1. Ordinanze contingibili e urgenti emanate dal Sindaco nelle vesti di ufficiale del Governo. Legittimazione passiva dello Stato. Soltanto se formulata anche domanda risarcitoria. 2. Giurisdizione del GA in tema di ordinanze contingibili e urgenti emanate dal Sindaco a tutela del regolare deflusso delle acque
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 4, Sentenza 29 gennaio 2014, n. 00306
1. Giustizia amministrativa. Ricorsi incrociati escludenti. Necessità di anteporre lo scrutinio del ricorso principale, quando dal suo esito dipenda la perduranza dell’interesse all'esame del ricorso incidentale. 2. Partenariato pubblico-privato. Società mista. Gare “a doppio oggetto”, tese all’individuazione del socio e in via contemporanea all’affidamento del servizio. Individuazione del socio privato. Gara pubblica. Individuazione base d'asta. Valore corrispondente all'aumento di capitale. Sufficienza. Ulteriori prestazioni originate dal rapporto di partenariato. Indicazione nel disciplinare di gara e non nel bando. Sufficienza. 3. Società mista. Affidamento diretto di servizi. Condizioni legittimanti. 4. Servizi pubblici locali di rilevanza economica. Forme di gestione. Discrezionalità degli Enti Locali nella scelta. 5. Gare pubbliche. Divieto di commistione tra requisiti soggettivi di ammissione e criteri di oggettivo di valutazione dell'offerta. 6. Verifica di anomalia delle offerte. Motivazione circa sostenibilità e economicità dell'offerta. Ricorso a formula sintetica. Sufficienza
T.A.R. Lombardia Brescia, Sez. 2, Sentenza 28 gennaio 2014, n. 00105
Competenza sindacale in tema di ordinanze per rimozione e smaltimento dei rifiuti
T.A.R. Campania Salerno, Sez. 2, Sentenza 20 dicembre 2013, n. 02540
Competenza del Consiglio Comunale in materia di opere pubbliche comportanti varianti allo strumento urbanistico generale. Giusto procedimento in tema di apposizione di vincoli espropriativo. Obbligo di astensione del Sindaco dalla votazione di delibere riguardanti interessi propri. Il caso del Sindaco progettista di opera pubblica. Rapporto unilaterale di integrazione esistente tra il comma 2° e il comma 3° dell'art. 78 D.Lgs. n. 267/2000
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 20 dicembre 2013, n. 06177
Sui presupposti di esercizio del potere ordinatorio contingibile ed urgente
T.A.R. Campania Napoli, Sez. 5, Sentenza 2 dicembre 2013, n. 05473
Legittimazione a ricorrere dei consiglieri di EE.LL. avverso atti emanati dall'organo collegiale di appartenenza. Inammissibilità di motivi di ricorso intesi a contestare contenuti di variazioni di bilancio, ponendo questioni estranee al tema dell'jus ad officium
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 2, Sentenza 28 novembre 2013, n. 02388
1. Presidente del consiglio comunale. Natura. Organo istituzionale. Revoca. Limiti. Perdita del rapporto fiduciario. Ammissibilità. Non sussiste. Violazione degli obblighi di neutralità e imparzialità. Ammissibilità. Sussiste. 2. (segue): sindacato di legittimità del giudice amministrativo. Limiti. Esame delle figure sintomatiche tipiche dell'eccesso di potere. Verifica della sussistenza e veridicità dei fatti addotti. Verifica della non arbitrarietà della valutazione dei fatti posti a base degli atti di revoca. 3. (segue): motivazione dell'atto di revoca. Contrasto logico tra due deliberazioni consiliari. Irrilevanza. 4. (segue): assunzione da parte di una carica di rilievo all'interno del proprio partito. Fatto estraneo alla funzionalità dell'organo presidenziale. Non rileva al fine di giustificare la revoca. 5. (segue): assenze ripetute dai lavori consiliari. Mancata compromissione della funzionalità dell'organo. Irrilevanza. 6. (segue): esternazioni del Presidente del Consiglio aventi il carattere della critica politica. Rilevanza in sede di revoca. Limiti.
Cons. St., Sez. 5, Sentenza 26 novembre 2013, n. 05605
La competenza ad adottare misure ripristinatorie di abusi edilizi spetta al Dirigente competente per settore e non al Sindaco
T.A.R. Campania Salerno, Sez. 1, Sentenza 10 ottobre 2013, n. 02037
Differenza tra tassa di occupazione e canone patrimoniale per la concessione di spazi e aree pubbliche
T.A.R. Lombardia Milano, Sez. 1, Sentenza 10 ottobre 2013, n. 02277
Natura e finalità della misura straordinaria di scioglimento di organi elettivi ex art. 143 TUEL
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 1, Sentenza 7 ottobre 2013, n. 08670
Conseguenze sul piano processuale della cancellazione di una ditta individuale dal registro delle imprese. Natura di atto gestionale del provvedimento di decadenza di aggiudicatario provvisorio nella procedura di gara per affidamento in concessione di servizi. Limiti entro cui gli Enti locali possano rilasciare garanzia fideiussoria a favore di concessionario di servizi per la realizzazione di beni pubblici su terreni di proprietà dei medesimi Enti
T.A.R. Lombardia Brescia, Sez. 2, Sentenza 7 ottobre 2013, n. 00824
Sull’illegittimità dell’ordinanza extra ordinem con cui un Sindaco disponga un generalizzato divieto di diffondere nel territorio comunale volantini di pubblicità commerciale “se non previa consegna nelle mani dei cittadini”
T.A.R. Lazio Latina, Sez. 1, Sentenza 20 settembre 2013, n. 00723
Sui criteri di rimborso delle spese legali sostenute dai pubblici dipendenti per la propria difesa in giudizi avviati per fatti connessi all’esercizio delle proprie mansioni
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 29 luglio 2013, parere n. 03466
Ordinanza sindacale sindacale di sgombero per ragioni sanitarie e garanzie procedimentali
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 29 luglio 2013, parere n. 03472
Natura e finalità della misura straordinaria di scioglimento di organi elettivi ex art. 143 TUEL
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 1, Sentenza 1 luglio 2013, n. 06492
Sulla competenza ad adottare i provvedimenti diretti al rilascio (o diniego) di autorizzazione in materia di installazione di impianti di telefonia cellulare
T.A.R. Sicilia Catania, Sez. 1, Sentenza 27 giugno 2013, n. 01855
Sui requisiti di legittimità delle ordinanze contingibili ed urgenti.
T.A.R. Piemonte, Sez. 1, Sentenza 27 giugno 2013, n. 00843
Incompetenza del sindaco ad emanare ordinanze per il risanamento e recupero della discarica, ove difettino i presupposti della contingibilità e dell’urgenza
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sez. 1, Sentenza 24 giugno 2013, n. 00361
Elemento soggettivo della colpa in caso di illegittimo esercizio del potere di scioglimento dei Consigli comunali ex art. 143 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267
T.A.R. Lazio Roma, Sez. 1, Sentenza 17 giugno 2013, n. 06017
Sull'illegittimità di ordinanze extra ordinem ex art. 54 TUEL quando non siano dirette ad affrontare situazioni di carattere eccezionale e impreviste. Sul principio in base al quale il vizio di incompetenza assorbe ogni altro vizio dell'atto amministrativo
T.A.R. Lombardia Brescia, Sez. 1, Sentenza 17 giugno 2013, n. 00583
Sulla natura e finalità degli accordi ex art. 11 legge n. 241/1990. Tassatività delle regole privatistiche applicabili agli accordi ex art. 11 legge n. 241/1990. Riconducibilità degli accordi di programma ex art. 34 TUEL negli accordi sostitutivi di cui all'art. 11 legge n. 241/1990. Inapplicabilità dell'art. 72 legge fallimentare agli accordi ex art. 34 TUEL
T.A.R. Puglia Bari, Sez. 1, Sentenza 4 giugno 2013, n. 00899
Ammissibilità di motivi aggiunti proposti avverso provvedimenti connessi soltanto soggettivamente e non oggettivamente. Obbligo di astensione degli amministratori locali nel caso di votazione di delibere di approvazione di strumenti urbanistici
Cons. St., Sez. 4, Sentenza 4 giugno 2013, n. 03071
T.A.R. Toscana, Sez. 3, Sentenza Breve 15 maggio 2013, n. 00802
Competenza dei T.A.R. periferici in tema di controversie concernenti i gasdotti di importazione. Inesistenza in capo agli Enti Locali della potestà di impedire che una determinata attività si svolga nel proprio territorio. Incompetenza dei Consigli Comunali nell'adozione di atti di gestione. Soccorso istruttorio
T.A.R. Puglia Lecce, Sez. 1, Sentenza 13 maggio 2013, n. 01048
Sulla competenza dei Consigli Comunali in tema di affidamento di attività o servizi mediante convenzione, nonché sulla necessità che le tariffe del servizio siano fissate nel rispetto del principio comunitario di non discriminazione
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 10 maggio 2013, parere n. 02267
Sull'incompetenza dei dirigenti di EE.LL. ad emanare ordinanze ex art. 54, comma 4, TUEL
T.A.R. Campania Salerno, Sez. 1, Sentenza Breve 10 maggio 2013, n. 01063
Sulle ordinanze sindacali contingibili ed urgenti assunte dal sindaco, quale ufficiale del Governo, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana (art. 54, comma 4, TUEL)
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 7 maggio 2013, parere n. 02180
Provvedimento di revoca di un'ordinanza contingibile ed urgente emessa molti anni prima, pur nella persistenza del pericolo che ne aveva giustificato l'adozione
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 30 aprile 2013, parere n. 02055
Sui limiti entro cui la Giunta Comunale può esercitare la potestà regolamentare
T.A.R. Veneto, Sez. 3, Sentenza 16 aprile 2013, n. 00580
Sui limiti entro cui sono ammissibili deroghe ai principi di necessaria separazione tra funzioni di gestione e funzioni politiche e di indirizzo di cui al D.lgs. 267/2000
T.A.R. Basilicata, Sez. 1, Sentenza 8 aprile 2013, n. 00158
Natura fiduciaria della nomina a segretario comunale dei soggetti iscritti all’Albo dei segretari comunali e provinciali
Cons. St., Sez. 1, Parere Definitivo 8 aprile 2013, parere n. 01661
Sulla competenza dei dirigenti degli EE.LL. ad emanare le ordinanze di regolamentazione della circolazione nei centri abitati ex art. 7 codice della strada
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sez. 1, Sentenza 29 marzo 2013, n. 00357
Modalità con cui le dimissioni dei consiglieri degli EE.LL. debbono essere presentate al fine di determinare l'autoscioglimento degli organi consiliari
Cons. St., Sez. 3, Sentenza 27 marzo 2013, n. 01730